Liszt e il suono di Erard

Arte e musica nel Romanticismo parigino

I cataloghi della collezione

Liszt e il suono di Erard
Arte e musica nel Romanticismo parigino
Appendice 4 del catalogo Alla ricerca dei suoni perduti

Autori: Nicolas Dufetel, Hervé Audéon, Laure Schnapper, Cécile Reynaud, Andrea Malvano, Marie-Paule Rambeau, Franco Lorenzo Arruga, Jean-Jacques Eigeldinger, Anna Pasetti, Malou Haine, Dagmar Droysen Reber, John Henry van der Meer, Giovanni Paolo Di Stefano

Liszt e il suono di Érard è stato selezionato dal Commissariat de l’Année Liszt en France ed è contrassegnato dal logo

Liszt e il suono di Érard ha ricevuto a Parigi il “Prix du beau livre”, che è uno dei premi che vengono attribuiti nell’ambito del Prix des Muses. Il libro è stato pubblicato in occasione del bicentenario della nascita del compositore ed èa è a cura di Nicolas Dufetel, Conseiller artistique et historique de l’Année Liszt 2011 en France. Dufetel racconta iil momento del debutto di Liszt a Parigi. È la quarta appendice del catalogo Alla ricerca dei suoni perduti e contiene deisaggi sulla vita di Liszt nel periodo parigino, quando il legame con la famiglia Érard, costruttori di pianoforti, nasce e si sviluppa per quasi 50 anni della vita del musicista. Si alternano scrittori francesi e italiani che raccontano il viaggio in Italia e la suggestione dei luoghi ai quali Liszt si ispira per le sue composizioni. Emerge anche il rapporto con Chopin che diventa un confronto mirabile fatto da Jean-Jacques Eigeldinger su un brano di musica dei due compositori. Emerge un ritratto nuovo di Liszt, del giovane genio che, al vertice della carriera, farà parte nel 1878 della giuria dell’Esposizione Universale, come racconta nel suo saggio Malou Haine. Le pagine di Marie-Paule Rambeau narrano le cronache parigine della vita di Liszt. I saggi di Cécile Reynaud, Hervé Audéon e Laure Schnapper si soffermano sul mondo che gravitava intorno alla famiglia Érard e alle loro sale da concerto. Anna Pasetti scrive un saggio sull’arpa nella musica di Liszt, argomento raro che viene approfondito dalla studiosa. Andrea Malvano e Franco Lorenzo Arruga inquadrano la storia della famiglia Érard e la vita di Liszt in Italia. Completano il volume le schede dei pianoforti e delle arpe Érard, per un totale di 7 strumenti. Le schede sono redatte da Dagmar Droysen-Reber, Anna Pasetti, John Henry van der Meer e Giovanni Paolo Di Stefano. La pubblicazione è accompagnata da 2 CD con registrati brani solistici e di musica da camera che documentano la trasformazione del suono di Érard, dalle prime composizioni di Liszt sino all’ultima.

Prenotazione e acquisto

Liszt e il suono di Erardl è stato pubblicato da Villa Medici Giulini S.r.l. nel 2011.
Chi volesse acquistare una copia può farlo compilando il modulo di richiesta.

Il libro è in tre lingue: italiano, francese e inglese.

Dimensioni (mm) 240 x 300, 352 pagine a colori, allegati 2 CD audio, prezzo €95
ISBN: 978-88-95325-07-1

Acquista